LO SFORZO INUTILE …

… E CHISSÀ PERCHÉ …

Ci troviamo sempre durante una passeggiata sulla spiaggia. Questa volta è quella di Mambrui, in Kenya, vicino a Malindi. Anche in questo caso ci si può ricondurre al filone del RITRATTO IN ESTERNI. Il bagnasciuga è abbastanza compatto per una bicicletta scarica ma per una carica e, per di più, con contenitori d’acqua, farla scorrere per il ragazzo è uno sforzo non indifferente. Cogliere l’attimo e catturare la scena non è stato affatto un problema. Povero ragazzo, ha spinto così quella bicicletta per chilometri. E pensare che parallelo alla spiaggia scorreva un sentiero di pietra che certamente poteva consentire uno scorrimento molto più favorevole. Ragionevole pensare che il ragazzo, sicuramente un locale, compiva lo stesso viaggio molto di frequente per portare provviste ed acqua al suo villaggio, da quel punto assolutamente non vicino. Un altro dei misteri che ha contribuito ad alimentare il “mal d’Africa” …

Questo articolo è stato pubblicato in Novità.

Un Commento

  1. Maria Grazia aprile 23, 2017 at 4:45 pm #

    Ciò risulta un affresco descrittivo della vita:

    Più che uno scatto d’immagine, la visione ottica si compara ad un rilievo pittorico pennellato ad olio. Quasi una tela dipinta, catturata di proposito e rubata alla creatività mentale, affinchè si estrapoli la scenografia insolita, che richiama l’infinito e il ritmo della vita, che ora va, ora viene. Così come si comporta naturalmente l’onda frizzante del mare, che dà e prende. E allo stesso modo il pennello analitico di un artefice attento, che ora ruota, tratteggia ed esprime… In primo piano purtroppo il personaggio distrae lo spettatore dall’incanto, e si avviluppa coinvolgendosi nello sforzo avvilente del protagonista, il quale lotta per mantenere l’incanto della vita, essa piena di risorse, ora colorate, ora doppiamente frustranti…..

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo non sarà mai pubblicato né condiviso. I campi obbligatori sono marcato con un *

*
*