UNA SESSIONE DI MACRO

Quando ti sembra di essere troppo vicino, avvicinati di più!

Ghiotta opportunità quella dell’apertura straordinaria al pubblico del Museo Storico Nazionale di Artiglieria in occasione delle Giornate di Primavera del FAI, Fondo Ambiente Italiano.

Il Museo è uno dei più antichi d’Europa e per ricchezza e varietà delle raccolte si colloca tra i principali musei di storia e tecnologia militare del mondo.

Questa realtà possiede circa 12.000 reperti che offrono un esaustivo panorama della storia delle armi a partire dal neolitico arrivando fino al XX secolo. Le collezioni del museo sono suddivise in sedici differenti fondi museali tra i quali i più rilevanti sono artiglierie e accessori, munizionamento, armi da fuoco portatili, piastre (a ruota, a pietra focaia e a luminello), inneschi ed accessori per armi antiche, armi bianche e modelli di artiglierie e materiali del Genio.

Con 2500 visitatori in due giornate, la maggior parte dei quali tutti vogliosi ed attrezzati per catturare rare immagini, non era semplice tentare di essere originali; e così stavolta l’idea è stata quella di dedicarsi alla distanza ravvicinata ed a catturare i dettagli di alcune maniglie che decoravano le bocche da fuoco del XVIII Secolo. Una spassosa sessione di macrofotografia che non capita tutti i giorni!

Qui di seguito alcuni esempi.

Visita della galleria completa cliccando qui.

4 commenti su “UNA SESSIONE DI MACRO”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: