UN TUTORIAL DI FOTOGRAFIA MODERNA

Comprendere il triangolo dell’esposizione

Che tu sia un principiante o un fotografo professionista, uno degli elementi più importanti della fotografia è qualcosa chiamato “triangolo di esposizione”.

Comprendere questo concetto può migliorare notevolmente le tue foto e aiutarti nella tua creatività. Ma non preoccuparti, non è così complicato e questa guida per principianti ti aiuterà a capire le basi di cos’è e come influisce su ogni foto.

Cos’è il triangolo di esposizione?

Pensa al triangolo di esposizione come al progetto di ogni foto che scatti. Che si tratti di uno smartphone o di una fotocamera reflex (digitale ovviamente), tre elementi si combinano per consentirti di scattare una foto.

Questi sono:

Velocità dell’otturatore: determina la velocità con cui si apre e si chiude l’otturatore dell’obiettivo. Si può parlare anche di tempo di posa.

– Apertura del diaframma – misurata in f/stop, questa impostazione determina quanto sarà aperto o chiuso il diaframma ovvero la quantità di luce lasciata passare attraverso l’obiettivo; di conseguenza, quanta parte dell’inquadratura dal primo piano allo sfondo sarà a fuoco.

ISO – questa è la sensibilità del sensore alla luce. Più alto è impostato, più sensibile sarà il sensore. Quindi, sarai in grado di scattare foto in condizioni di scarsa luminosità.

Il motivo per cui questo viene definito “triangolo” è che tutte queste impostazioni sono collegate. Ciò significa che cambiarne una avrà un impatto sulle altre due e ti permetterà di essere in grado di scattare una foto al livello di esposizione corretto.

Ad esempio, selezionando un’apertura più piccola o in altre parole un numero f/stop più alto (cioè una maggiore profondità di campo), dovrai avere una velocità dell’otturatore più lenta. Ma se si scatta senza treppiede, ciò può essere problematico e si ottengono foto sfocate. Quindi, l’alternativa è selezionare un ISO più alto in modo da poter avere una velocità dell’otturatore più veloce.

Il “triangolo” è semplicemente una spiegazione delle connessioni tra queste impostazioni.

Il triangolo dell'esposizione semplificato - Scrivere con la Luce

Perché il triangolo dell’esposizione è così importante?

Come accennato in precedenza, ogni foto che scatti richiederà di impostare le tre componenti sopra illustrate. Anche in modalità automatica si applica lo stesso principio, l’unica differenza è che la fotocamera lo fa per te. Quindi, comprendere il triangolo di esposizione ti aiuterà in due modi. A volte sarà per necessità e a volte per creatività (cioè perché vuoi un risultato particolare per la foto che devi scattare).

Impostazioni di esposizione visualizzate sul display LCD di una reflex Canon

Necessità

A volte fotografia vuol dire trovare compromessi. Devi decidere un’impostazione per consentirti di selezionarne un’altra in modo da poter catturare la foto che desideri scattare. Questo spesso riguarda il tempo di posa. Questo determina determina la velocità con cui l’otturatore dell’obiettivo si apre e si chiude. Noi esseri umani possiamo tenere una fotocamera abbastanza stabile a velocità dell’otturatore elevate per evitare il movimento della fotocamera. Se non riesci e rischi di far muovere la fotocamera mentre l’otturatore è aperto, ti ritroverai con una foto sfuocata.

Per la maggior parte delle persone questo significherà una velocità dell’otturatore minima non inferiore a 1/60 di secondo. Alcune persone potrebbero essere in grado di controllare tempi più lunghi per gli scatti a mano libera mentre alcune persone potrebbero aver bisogno di una maggiore velocità. L’unico modo per saperlo è metterti alla prova e guardare i risultati sullo schermo del tuo computer per vedere fino a che punto puoi arrivare con la velocità dell’otturatore. Ma nessuno sarà in grado di tenere una fotocamera abbastanza ferma anche per 1 secondo per evitare uno scatto sfocato. Quindi, a volte non hai altra scelta che apportare modifiche per consentirti di scattare a mano libera.

Ad esempio, se stai scattando una foto in condizioni di scarsa illuminazione come un mercato coperto, potresti avere difficoltà a selezionare una velocità dell’otturatore sufficientemente elevata per poter scattare a mano libera. È qui che può aiutare la comprensione del triangolo di esposizione e la relazione tra le impostazioni.

Per poter avere una maggiore velocità dell’otturatore è necessaria più luce per colpire il sensore. In base al triangolo dell’esposizione, hai due opzioni. Puoi aumentare l’ISO (tieni presente che un ISO più alto significherà più rumore, vale a dire meno nitidezza e maggiore granulosità dell’immagine) oppure puoi selezionare un’apertura di diaframma più ampia come f / 2.8 (con conseguente perdita di profondità di campo). Ciò consentirà a più luce di entrare nella fotocamera e consentirà di scattare la foto con una velocità dell’otturatore sufficientemente elevata evitando di utilizzare un treppiede.

Questa foto è stata scattata in una giornata nuvolosa e in un vicolo stretto e l’artista si muoveva un po ‘. Per assicurarmi che il soggetto fosse nitido ho impostato le seguenti impostazioni: 1 / 200s @ f / 5.0, ISO 400.

Creatività

 A volte non è la necessità a determinare le tue impostazioni, ma il modo in cui tu vuoi che renda una foto.  Ad esempio, immagina di fotografare una scena di paesaggio e di voler catturare un po’ di movimento tra le nuvole. Ciò significa che avrai bisogno di una bassa velocità dell’otturatore per poter catturare il movimento delle nuvole. Ma poiché questo è uno scatto di paesaggio, devi anche avere una maggiore profondità di campo in modo che il tuo primo piano sullo sfondo sia a fuoco.

Come accennato in precedenza, queste impostazioni sono collegate e la modifica di una influisce sull’altra. In questo scenario, la selezione di un numero f/stop più alto come f/16 (per una maggiore profondità di campo) ridurrà la dimensione dell’apertura dell’obiettivo, il che significa meno luce. Con meno luce in entrata, significa anche una velocità dell’otturatore più lenta, altrimenti la tua foto apparirà troppo scura o indicata come sottoesposta.

Quindi, selezionando la tua apertura hai contemporaneamente influenzato anche la velocità dell’otturatore ovvero quello che stavi cercando per poter catturare il movimento delle nuvole.

Per assicurarmi che l’acqua desse un effetto di morbidezza in questa giornata calma e per una lunga profondità di campo, le mie impostazioni sono state 6 sec @ f / 16, ISO 100 (impiegando il treppiede).

Come puoi acquisirne la padronanza?

La buona notizia è che con la pratica diventerai naturalmente migliore nel realizzare l’impatto che ogni fattore ha sull’altro. Alla fine acquisirai dimestichezza e sarai in grado di prendere decisioni mentre scatti foto in base all’esigenza fotografica che dovrai affrontare. Quindi, sarai in grado di decidere su cosa scendere a compromessi per consentirti di selezionare le impostazioni di cui hai bisogno.

Il modo migliore per comprendere maggiormente questo concetto è anche quello di cercare di saperne di più su ciascuno degli elementi del triangolo di esposizione. Imparando di più su profondità di campo, velocità dell’otturatore e ISO sarai in grado di capire meglio le loro rispettive relazioni.

Ricorda solo una cosa…

Spero che ora tu abbia una migliore comprensione del triangolo di esposizione.

Ma solo per ricapitolare, il triangolo di esposizione è la relazione e l’impatto che la profondità di campo, la velocità dell’otturatore e l’ISO hanno su ogni foto e tra di loro.

Quindi, prendi la tua fotocamera e sperimenta ogni diverso aspetto del triangolo di esposizione per vedere come si influenzano a vicenda. E soprattutto … buon divertimento!

Io rimango a tua disposizione per ogni tua ulteriore esigenza di approfondimento.

A presto da Fabio Foto.

Scrivimi un commento.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.