CARNEVALE DI IVREA

CELEBRAZIONI E BATTAGLIA DELLE ARANCE

Un’occasione unica quella dell’invito personale del Sig. Sindaco della città di Ivrea, Dott. Carlo Della Pepa, che ringrazio pubblicamente per la cortesia, la disponibilità e, nel caso di un ospite come me ovvero preso da frenesia fotografica, la pazienza. 

Quello di Ivrea è il più antico Carnevale storico d’Italia (il primo verbale risale al 1808), un evento unico in cui storia e leggenda si intrecciano per dar vita a una grande festa civica popolare dal forte valore simbolico, durante la quale la comunità di Ivrea celebra la propria capacità di autodeterminazione ricordando un episodio di affrancamento dalla tirannide di medievale memoria. Noto ai più per la spettacolare Battaglia delle arance che si svolge per tre giorni nelle principali piazze cittadine, il Carnevale eporediese si caratterizza per un complesso cerimoniale che attinge a diverse epoche storiche fino a culminare nel Corteo Storico. Vera protagonista è la Vezzosa Mugnaia, simbolo di libertà ed eroina della festa sin dalla sua apparizione nel 1858. Ad accompagnarla il Generale, di origine napoleonica che guida il brillante Stato Maggiore, a seguire il Sostituto Gran Cancelliere, cerimoniere e rigido custode della tradizione, i giovanissimi Abbà, uno per ognuno dei cinque rioni e il Podestà, rappresentante del potere cittadino. A scandire il Corteo le note delle pifferate degli amati Pifferi e Tamburi.

Durante la giornata, grazie al supporto del Sindaco e del suo staff, sono riuscito a cogliere la maggior parte degli eventi e dei personaggi, spesso da posizioni ed angolazioni privilegiate. Qui di seguito alcune delle immagini contenute nella galleria che si può visitare nella sua interezza ENTRANDO IN QUESTA PAGINA. I contenuti si possono classificare in molti tipi diversi di categoria: dal ritratto al paesaggio al dettaglio, tutto nell’ambito della cosiddetta “street photography”. 

 
Questo articolo è stato pubblicato in Nuove gallerie.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo non sarà mai pubblicato né condiviso. I campi obbligatori sono marcato con un *

*
*